mercoledì 25 giugno 2014

Haroset - Moroccan truffles with dates, almonds and apples - vegan recipe with the natural fruit sugar - Tartufi marocchini con datteri, mandorle e mele - ricetta vegana, senza glutine e senza zuccheri aggiunti


Il mese dedicato al Marocco sta per terminare e tra un impegno e un altro sto cercando di preparare alcuni dei piatti tipici di questa cucina, mi spiace soltanto che il tempo sia sempre insufficiente e, assodato che il tajine non arriverà se non a luglio, mi concentrerò prevalentemente sui dolci. 
Oggi vi presento dei tartufini a base di mandorle e datteri, purtroppo non ho potuto trovare datteri freschi, morbidi e cremosi come quelli che ho assaggiato in Tunisia e in Siria e ho ripiegato su quelli confezionati che, seppur provenendo dalla Tunisia, si presentano più secchi. 
La ricetta in questione è tratta dallo splendido volume "The food of Morocco" di Paula Wolfert (qui il suo sito!) esperta conoscitrice della cucina dei paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente nonchè vincitrice di numerosi premi e ideatrice della pagina facebook Moroccan Cooking amministrata da lei stessa nonchè - tra le altre - da Christine Amina Benlafquih a cui ho fatto riferimento per la ricetta dei ghoriba al miele e dalla mia blogger-amica Nada che ha regalato alla rubrica "La via dei Sapori" numerose ricette autentiche, ben scritte e documentate. 
Tornando alla ricetta, essa fa parte della cucina sefardita e arriva proprio dagli ebrei di Toledo, in seguito se ne ha traccia a Tetouan la quale offrì rifugio agli ebrei in fuga dalla Spagna e infine è giunta a Parigi dove viene preparata tuttora. L'elemento predominante di questi piccoli tartufini sono i datteri, fatti a pezzettini e frullati assieme alle mandorle e alle mele. Non  contengono zuccheri aggiunti perchè sono naturalmente dolcissimi, grazie allo zucchero contenuto nei datteri e nella mela e alla naturale dolcezza delle mandorle. Vi invito a provarli e a farli assaggiare ai vostri amici, perfetti per un dolcetto estivo e serviti con una bevanda fresca. 
Ingredienti: (per 40 truffles) 
450 g di mandorle pelate 
450 g di datteri snocciolati 
2 mele sbucciate, denocciolate e tagliate a quartini 
1 cucchiaino da tè di cannella in polvere (+ quella necessario per spolverare)
cacao amaro per spolverare (il cacao non è presente nella ricetta di Paula!)
1/4 cucchiaino di zenzero 
Preparazione:

  • Il giorno prima: mettete le mandorle in un frullatore e aggiungetevi i datteri, le mele e un cucchiaino di cannella in polvere e continuate fino a che le mele saranno in pezzettini. Coprite con la pellicola trasparente e mettete in frigo.
  • Trascorso il tempo di riposo, date forma all'impasto realizzando delle palline grandi quanto una biglia e rotolatele nella cannella oppure nel cacao amaro. Io le ho provate sia con la cannella, come suggerisce Paula Wolfert sia con il cacao amaro e personalmente ho apprezzato di più i tartufini al cacao che ne esalta maggiormente il gusto.
  • Conservate in frigo e per esperienza, considerate che più giorni passano, più buoni diventeranno. 

Note:

  • Ho dimezzato le dosi della ricetta ottenendo circa 20 tartufini.











Marocco - sapore di giugno

13 commenti:

  1. Ma sono superlativi!!!!! Non posso non provarli!!!
    Complimenti.

    RispondiElimina
  2. Ciao Serena,
    ho giusto un pò di datteri da usare (non freschi purtroppo!), proverò sicuramente!
    Secondo te si possono fare anche con l'uvetta?
    ciao
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, potresti aggiungere l'uvetta, certo ma non ne metterei troppa, perchè contribuirebbe a rendere il tartufino ancora più dolce!

      Elimina
  3. Che bel viaggio che si sono fatti questi tartufini...un bel modo di utilizzare i datteri, e poi devono essere davvero la fine del mondo:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ragazze, se ne avete l'opportunità, provateli, sono buonissimi!

      Elimina
  4. Squisiti! Mi piacciono tanto i tartufini! Un bacio :)

    RispondiElimina
  5. davvero.. sfiziosi.. io li facevo con il cocco ma anche cosi ispirano un sacco!!! provero...

    RispondiElimina
  6. Tutto quello che adoro concentrato in una polpettina ... il paradiso!! :)
    Bravissima!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Serena, complimenti, una ricetta davvero particolare, originale e di sicuro buonissima, differente dai soliti tartufini al cioccolato o al cocco che pure adoro:))la salvo nel pc, contando di provarla, mi ispira davvero tantissimo:))
    un bacione e grazie mille per averla condivisa:))
    Rosa

    RispondiElimina
  8. Non amo i datteri ma questi tartufini mi hanno conquistata dalla prima foto! W i dolci marocchini ^^

    RispondiElimina
  9. Golosità allo stato puro!

    RispondiElimina
  10. Interessante ricetta, un bel peccato di gola... da provare :-)

    RispondiElimina

Se hai provato a realizzare una mia ricetta o vorresti provarla, aggiungi un commento o chiedimi un consiglio. Anche semplicemente un saluto, mi renderà felice e arricchirà il mio blog.