venerdì 14 marzo 2014

Biscotti da inzuppo al limone con olio d'oliva - facili e senza burro -

Salve amici,
oggi posto una ricetta di biscotti da inzuppo, perfetti per colazione o merenda, senza latticini e a base di olio d'oliva. Sono molto semplici ma buoni e adatti anche ai più piccini.
La ricetta proviene dal blog di Candida e potete trovarla qui , l' avevo adocchiata un pò di tempo fa e finalmente oggi ho preparato i suoi biscottini e li rifarò! Penso che le immagini e la lista degli ingredienti parlino da soli!
Ho seguito le indicazioni di Candida ma ho fatto qualche piccolissima modifica, come mettere il succo di 1 limone intero e aggiungere la scorzetta grattugiata perchè desideravo avere un aroma di limone più intenso. L'impasto è molto morbido e quindi l'unica cosa da fare è usare la sac à poche, che peraltro ormai preferisco alla spianatoia dato che in questo modo evito gli sbuffi di farina per tutta la cucina! Leggermente croccante all'esterno e morbido all'interno, questo biscotto si presta bene a essere inzuppato, inoltre è leggero e veloce da preparare perchè l'impasto non ha bisogno di riposare, infine, per chi volesse fare a meno del lievito, Candida lo sostituisce con 5 g di ammoniaca per dolci.  Trovate qui altri biscotti da inzuppo, non lasciatevi fuorviare dal nome difficilissimo da pronunciare e provateli!
Ingredienti:
250 g di farina 00
125 g di zucchero semolato
50 g di olio extravergine di oliva tipo leggero
2 uova medie codice 0
10 g di lievito per dolci
il succo di 1 limone bio
scorzetta grattugiata di 1/2 limone bio
1 cucchiaio di latte di riso
Preparazione:

  1. Prendete una ciotola capiente e mettetevi la farina, lo zucchero, le 2 uova, l'olio e infine il succo di limone e il lievito. 
  2. Grattate la buccia di mezzo limone e aggiungetela all'impasto.
  3. Lavorate l'impasto con una forchetta per un paio di minuti e aggiungetevi 1 cucchiaio di latte per renderlo più morbido. 
  4. Rivestite due teglie con carta da forno e preriscaldate il forno a 190 gradi in modalità ventilata
  5. Prendete la sac a poche con bocchetta grande e inseritevi il composto. Distanziate i biscotti di un centimetro circa l'uno dall'altro perchè in cottura tenderanno a crescere.
  6. Infornate e fate cuocere per 12 minuti circa, sfornateli quando saranno dorati.
  7. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e conservate in un contenitore a chiusura ermetica.

Trovate qui altri biscotti da inzuppo, non lasciatevi fuorviare dal nome apparentemente difficile da pronunciare e provateli!

20 commenti:

  1. Che buoni! Mi annoto la ricetta! Baci :)

    RispondiElimina
  2. Cara Serena, sono meravigliosi, adoro i biscotti da inzuppo e infatti li preparo abbastanza spesso (ultimamente mi sono fissata con quelli tradizionali realizzati con il macchinario, bagnati nel latte sono favolosi, consumarli a colazione è un vero piacere:)) i tuoi mi piacciono tantissimo, li devo provare assolutamente.....devono essere leggeri e troppo limonosi, che bontà, mi sta venendo l'acquolina...secondo te posso sostituire l'olio d'oliva con quello di semi di girasole? Grazie in anticipo per la risposta:))
    un bacione!!!:)
    Rosa

    RispondiElimina
  3. Rosa, ciao! perchè vuoi sostituire l olio d'oliva?! Se temi che si senta, io ho messo più limone anche per accertarmi che avesse coperto totalmente il sapore ma penso non si sentisse già a priori! :) Ad ogni modo, certo, puoi usare l'olio che preferisci!! :) Fammi sapere, eh?! Sono buonissimi i biscotti che intendi tu .. mi metterò alla ricerca di quell'attrezzo perchè, come ti dicevo, mia nonna li faceva in un modo ancora più macchinoso, quindi sarebbe comodo averlo .. chiederò a mio padre, chissà che non riesca a trovarlo andando per mercatini!!! un abbraccio, ci sentiamo nel w-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Serena, è proprio per questo motivo:)) ma se mi assicuri che non si sente mi fido e lo utilizzo come da ricetta:)) appena posso li provo e poi ti farò sapere:)) il macchinario che possiedo apparteneva alla zia d mio padre, è antichissimo (pensa che in esso è impressa la
      data di produzione: 1946!!!) ma in ottime condizioni, dopo averlo pulito per bene l'ho riutilizzato
      dopo più di trent'anni di totale inattività...e ho realizzato diverse ricette relative a questo tipo di
      biscotti, prese direttamente dal quadernetto della stessa zia di mio padre, che manca da
      trent'anni....e nel blog le ho postate sotto l'etichetta 'biscotti' io li adoro, e inzuppati nel latte
      sono una vera goduria:)) fammi sapere poi se dovessi trovare il macchinario , altrimenti se vuoi un giorno vieni a casa mia e li prepariamo insieme, mi farebbe davvero piacere:)) fammi sapere eventualmente:))
      un bacione e a presto!!!:))
      Rosa

      Elimina
  4. adoro i biscotti da inzuppo!! Non devono mancare mai a casa. Prendo la tua ricetta.
    Buon fine settimana.
    inco

    RispondiElimina
  5. Hanno un aspetto stupendo! Buoni e genuini, mi sa che seguo il tuo consiglio e li preparo per rla settimana!

    RispondiElimina
  6. avverto un profumino delizioso...
    baci

    RispondiElimina
  7. ciao Serena!!!
    buoni e sani questi biscotti altro che quelli industriali!!!
    ciao
    Sara

    RispondiElimina
  8. Nooo! I tuoi biscottoni mi hanno fatto venire una voglia... Purtroppo sono rimasta senza la mia farina, ma domani la compro e li provo anche gluten free! Sono irresistibili!! Ciao e complimenti!

    RispondiElimina
  9. Eh si vede che sono belli "inzupposi". Belli!

    RispondiElimina
  10. si, si, proprio la ricetta che cercavo, anche io preferisco l'olio di oliva al burro, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. ahaaaaa mai più ammoniaca per dolci......ma lievito for ever.....bellissimi questi biscottoni.....li mangerei anche senza inzuppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao vale, perchè "mai più"?! Non ti piace il risultato?

      Elimina
  12. ciao ho provato a farli, ma non sono venuti come in foto...Premetto che è la prima volta che faccio biscotti, e sicuramente avro' sbagliato io ...non ho messo la modalita' ventilata al forno, può essere quello che ha pregiudicato il risultato?da freddi sono durissimi.. e poi come fai a farli venire dorati sopra? a me sotto neri quasi e sopra bianchi :(,
    grazie,elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, mi spiace tantissimo.
      Proverò a risponderti. Io scelgo sempre la modalità ventilata perchè in base alle esperienze avute con il mio forno, trovo che quella sia l unico modalità in grado di fare espandere bene il calore in tutte le parti del forno, con la modalità statica il mio forno non cuoceva uniformemente i cibi e, specie con i biscotti, mi capitava spesso che sotto fossero scuri e sopra chiari, in pratica non cuocevano bene.
      Che temperatura hai usato?! (Considera che per i biscotti la temperatura in genere va dai 170 ai 190 gradi, massimo 200, ma 200 gradi è spesso troppo alta) .. La prima cosa che mi è venuta in mente leggendo il tuo commento è che forse tu li abbia cotti troppo a lungo, si potrebbe spiegare in questo modo il fatto che siano duri.

      Elimina
  13. grazie. non demordo eh? li rifarò con modalità ventilita a temp.più bassa, io li ho cotti a 190 mi sa...
    perchè penso sia stato proprio il forno statico a farmeli colorire tanto sotto ...
    sembrano buonissimi e voglio riprovarci!
    grazie ancora!

    RispondiElimina
  14. ciao è possibile farli con la farina integrale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, io non li ho mai fatti con la farina integrali per cui per andare sul sicuro ti consiglio di fare 125 g di 00 e 125 g di integrale. Se li prepari, fammi sapere :)

      Elimina

Se hai provato a realizzare una mia ricetta o vorresti provarla, aggiungi un commento o chiedimi un consiglio. Anche semplicemente un saluto, mi renderà felice e arricchirà il mio blog.