martedì 2 aprile 2013

Contorno light con le cipolle - Cipolle piatte al forno e la nostra odissea pasquale ..


Adoro questo contorno, è gustoso e ipocalorico, anzi, se volete, potete perfino omettere l'olio di
cottura. Saranno ottime comunque! Cari amici, come state?! Rotolate o avete fatto i bravi durante la Pasqua?! Per noi ogni anno è un'odissea e il sabato santo è in assoluto il giorno dal quale è impossibile non uscire provati. A casa di mia suocera il sabato santo si pranza tutti insieme per mangiare i piatti tipici della tradizione pasquale ossia i turciniuna tipici ragusani a base delle interiora dell'agnello (che io mi sono sempre rifiutata di assaggiare quindi non so dirvi se siano realmente buoni come dicono)  cotti generalmente nel forno a legna con pezzi di tuma; le 'mpanate ripiene di carne (di agnello, pollo o tacchino) resa più gustosa con l'uso di aromi vari ed erbette e chiusa in cestini fatti con pasta di pane e, ovviamente, le focacce cioè le famose scacce ragusane, solida ancora di salvezza per il vegetariano ragusano! Tra i dolci tipici pasquali, si preparano le cassate di ricotta tradizionalmente preparate con la cannella ma ormai la tradizione ha ceduto il posto alla fantasia e quindi c'è chi le aromatizza con la scorzetta di limone grattugiata, chi aggiunge la cioccolata a gocce, la crema di nocciole etc. E questo è il pranzo, cioè l'abbuffata numero 1. Proseguiamo con l'abbuffata numero 2 e ci spostiamo a casa di mia mamma, laddove è invece tradizione mangiare le 'mpanate e le cassate per cena!! Capite bene come non si possa saltare nessuno di questi due appuntamenti. Dopo aver bevuto un paio di canarini e qualche digestivo ed essersi raccomandati al santo di fiducia, si prova ad andare a dormire.
L'Atto finale: eccolo lì, il pranzo della domenica!! E a quel punto sei già con il cellulare a portata di mano per chiamare il 118 !!! Alla luce di tutto ciò dal quale ho omesso la cioccolata e i dolciumi vari di cui ci si rimpinza durante le feste, capirete l'impellenza di rigare un pò dritto. 
Questa settimana, dunque, mi impegnerò a cucinare cibi light e spero di resistere e non preparare alcun dolce, almeno fino a domenica .. che dite, ce la farò?! 
Comunque non preoccupatevi, perchè mentre io tenterò di far la brava, vi farò assaggiare quello che ho in archivio quindi, niente dieta per voi, bensì qualche idea per riciclare gli avanzi e non solo! ;) Bene, adesso vi lascio alla preparazione di questo contorno e vi auguro una buonissima serata!
Ingredienti: (per 2)
8 cipolle bianche piatte
pangrattato qb
olio evo qb
pepe nero Tec-Al qb
origano qb
Preparazione:
Ho sbucciato e lavato per bene le cipolle, le ho tuffate in acqua abbondantemente salata e le ho sbollentate per una decina di minuti. Per accelerare il processo di raffreddamento, le ho passate sotto l'acqua corrente ben fredda, le ho divise in due parti e ho adagiate su una teglia rivestita con carta da forno. Ho aggiunto il pangrattato, il sale, il pepe, l'origano e infine un goccio d'olio su ciascuna. Ho infornato in forno preriscaldato a 200 gradi e ho fatto cuocere per quasi un'ora. 

7 commenti:

  1. Ah ah ah! L'odissea è la stessa quasi per tutti. Io di mio posso solo dire che non resisterei senza cucinare dolci, ora vediamo se tu sei più brava di me ;-)

    RispondiElimina
  2. adoro anche io le cipolle..domani le provo!

    RispondiElimina
  3. Ahahahaha..non ti invidio...quest'anno, o meglio, come sempre alle feste, per me zero abbuffate ! Non ce la posso fare, mi si chiude lo stomaco..sarà qualche "malattia" psicosomatica ! Ahahahaha !
    Ottimo questo piattino cara la mia Serena ( di nome e di fatto :P )
    Baci !

    RispondiElimina
  4. Un contorno buono e sfizioso...mi piace!!!!! Un bacione

    RispondiElimina
  5. le cucino spesso anche io, assolutamente deliziose.

    RispondiElimina

Se hai provato a realizzare una mia ricetta o vorresti provarla, aggiungi un commento o chiedimi un consiglio. Anche semplicemente un saluto, mi renderà felice e arricchirà il mio blog.