domenica 17 giugno 2012

Torta di pesche e amaretti

"La consapevolezza di quello che si cucina, del perchè lo si cucina e per chi, dà godimento: dalla scelta degli ingredienti alla preparazione della tavola, dall'abbinamento delle portate all'accompagnamento dei vini. Cucinare ci fa sentire umani." (S. A. Hornby, M. R. Lazzati, La cucina del buon gusto, Feltrinelli ed., 2012)

Carissimi amici, questa è una delle frasi che ho letto nel libro da cui ho attinto la ricetta della torta che vi presento oggi, delle parole in cui leggo me stessa nonchè parole che, a mio avviso, riassumono l'essenza del libro stesso scritto a quattro mani da Simonetta Agnello Hornby e Maria Rosario Lazzati.
In questo scritto, le autrici vivendo all'estero utlizzano il cibo come antidoto contro la tristezza e l'isolamento nonchè come un appiglio a volte estremo alle loro terre d'origine, la sicilia per una, la lombardia per l'altra. Tornando al mio cake, è stato preparato pensando al contest organizzato da Deborah del blog Diario della mia cucina e da Fabiola del blog Olio e Aceto a cui ho il piacere di partecipare.
Difficoltà: semplice
Cottura: 40 min 
Preparazione: 30 min
Costo: basso
Ingredienti:   
1 kg di pesche mature 
150 ml di vino bianco
4 uova
100 g di farina Autolievitante del Molino Chiavazza
160 g di zucchero di canna
200 g di farina di amaretti (amaretti tritati)
Preparazione
Ho sbucciato le pesche, le ho tagliate a fettine di mezzo centimetro ciascuno e le ho messe in una ciotola a macerare per 30 minuti.
Ho preriscaldato il forno a 180 gradi. Ho separato i tuorli dagli albumi e, con lo sbattitore elettrico, ho montato gli albumi a neve e li ho messi da parte.
In una ciotola capiente, ho sbattuto i tuorli con lo zucchero per 5 minuti, fino a quando si sono trasformati in una spuma gialla. Ho incorporato farina e lievito e ho continuato, dopo aver aggiunto la marinatura delle pesche, a sbattere energicamente.
A questo punto, ho incorporato le pesche e gli amaretti sbriciolati. Infine, ho unito delicatamente gli albumi con movimenti circolari dal basso verso l'alto, in modo da non schiacciare l'aria.
Ho rivestito una tortiera (da 26 cm) con carta da forno, vi ho versato il composto e ho infornato per 40 minuti, fin quando la superficie è diventata dorata.
Inoltre, dopo averla fatto raffreddare a temperatura ambiente, vi consiglio di riporla in frigo. Fresca, e accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia o alla pesca è ancora più buona!


26 commenti:

  1. Hai abbinato tutte cose buonissime! Bravissima Serena!

    RispondiElimina
  2. Una torta molto buona.Brava!!!!

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Ciao valentina, grazie! In effetti non la reputerei originalissima ma è buona da morire!

      Elimina
  4. Chissà che profumino per casa!!! Mi piace molto!

    RispondiElimina
  5. deliziosa molto particolare e saporita

    RispondiElimina
  6. dev'essere deliziosa questa torta! l'abbinamento mi piace un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro sia le pesche che gli amaretti e quindi ho seguito la ricetta con fiducia!

      Elimina
  7. grazie per aver partecipato! una torta deliziosa! in bocca al lupo Debora e Fabiola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi per l'opportunità! :)

      Elimina
  8. torta deliziosa? è dire poco,buonisssima!!!!
    baci

    RispondiElimina
  9. Che delizia questa tortaaaaaaa :DDD I dolci con la frutta sono golosissimi e pesche e amaretti la trovo una bella accoppiata!! In estate la preparo spesso ma solo con le pesche, c'è un nuovo esperimento ad attendermi..:D
    Un dolcissimo inizio settimana cara Sere, credimi anche io sono morta per il caldo, già boccheggio a tutto andare!!!!!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, provala! Pesche amaretti e un pò di vino bianco .. è sublime!

      Elimina
  10. Serena this looks goooooood!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, it is! ;) Have a good w-end, nada!

      Elimina
  11. Serena, tempo fa ho preparato anche io questa torta e l'hanno apprezzata tutti! E' davvero fantastico l'abbinamento di sapori e la rifarò presto!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie morena! La rifarò presto anch'io!

      Elimina
  12. Risposte
    1. Grazie a voi dell'opportunità! :)

      Elimina
  13. Una vera delizia e che bella presentazione:-) e' vero il cibo e la cucina sono un grande aiuto contro la tristezza :-) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ombretta!
      Il cibo aiuta a stare bene e avere un blog stimola non poco a mettersi continuamente alla prova!

      Elimina

Se hai provato a realizzare una mia ricetta o vorresti provarla, aggiungi un commento o chiedimi un consiglio. Anche semplicemente un saluto, mi renderà felice e arricchirà il mio blog.