sabato 28 aprile 2012

Cioccolattini americani a modo mio

Amici,
il mio riciclo pasquale sta per terminare, questa è una delle ultime pasticciate realizzata con il bottino fatto a Pasqua! Avevo sciolto del cioccolato al latte per bagnarvi le fragole e consumarle poi a pranzo ma mi sono resa conto che era troppa e quindi l'ho messa da parte e ho pensato a cosa poterne fare .. I cookies che mi aveva portato mia sorella dalla Grande Mela erano pronti a sposarsi con il cioccolato!
Ecco la mia proposta .. banale sicuramente, ma golosa e semplicissima da realizzare e ideale da spiluccare per i languorini diurni e, perché no, anche notturni! 
Difficoltà: facilissimo
Cottura: 15 minuti circa (per far sciogliere il cioccolato)
Preparazione: 15 minuti + riposo in frigo di almeno due ore
Costo: basso

Ingredienti:
6 American cookies con uvetta e cannella
100 g di cioccolato al latte (facente parte della nostra scorta pasquale)
pirottini
Preparazione:
Ho fatto sciogliere il cioccolato a bagnomaria e nel frattempo ho sbriciolato i miei cookies. Non appena la cioccolata si è sciolta, l'ho versata sui biscotti e, dopo aver mescolato per bene, con l'aiuto di un cucchiaino, li ho adagiati all'interno dei pirottini.
Ho decorato con le perline di zucchero e ho messo in frigo, lasciando riposare per un paio d'ore. Considerando che fa già caldo, è bene conservarli in frigo per evitare che si sciolgano o che vadano a male. 

Con questa ricetta partecipo al contest di Samaf del blog Dolcizie






& al contest di Vale del blog La cucina facile di Vale e Vane del blog Pasticciandotraifornelli






venerdì 27 aprile 2012

Biscotti al latte (senza latte) della nonna


Questi biscotti rappresentano la mia infanzia, le mani di mia nonna, da sempre rugose e adesso tanto stanche, me e mia sorella bambine. Questi biscotti sono la sintesi della bontà infinita della mia nonna materna e portano nel loro gusto, briciola dopo briciola, il suo amore genuino unico ricco e spontaneo. 

Difficoltà: Semplice
Cottura:  15 minuti
Preparazione: 30 minuti circa
Costo: basso
Ingredienti
1 kg di farina OO
6 uova 
450 g di zucchero
250 g di margarina vegetale vallè
2 bustine di lievito pane degli angeli


Ho mescolato in una ciotola tutti gli ingredienti ossia lo zucchero, la farina e la margarina che deve essere morbida ma non liquida, le uova e il lievito.

Ho lavorato l'impasto fino a ottenere un composto morbido e omogeneo.

A questo punto, ho messo l'impasto in una sparabiscotti, ho preriscaldato il forno a 200 e ho fatto cuocere i biscotti per 5 minuti, poi ho abbassato il gas e ho continuato la cottura a 150 gradi.
Li ho tirati fuori non appena si sono colorati, ossia dopo 15 minuti circa di cottura.

Non appena li ho sfornati, ho spolverato con abbondante zucchero semolato. 

E' una ricetta semplicissima e sana, adatta alla colazione e alla merenda di tutti, inclusi i più piccoli, nonché perfetta per chi soffre di allergie o intolleranze alle proteine del latte vaccino (latte di mucca) proprio per l'assenza delle stesse.

Con questa ricetta partecipo al contest di Irina del blog Irinadavydova

Ricicliamo la Pasqua con amore: ovvero Bon-Bons morbidissimi al cioccolato - ricetta con latticini

Cari amici,
sono in preda al delirio da contest, la mia, ma forse quella di molte di noi, è diventata una sorta di mania ma devo ammettere che i contest sono un piacevole mezzo attraverso il quale ordinare ai piccoli e sparuti neuroni di mettersi al lavoro! Uno stimolo lievemente guidato dalla creatività e un anello di congiunzione con la condivisione delle nostre pasticciate in rete. 
I bon-bons che vedete qui sotto sono infatti stati ideati pensando al contest di Scamorze ai fornelli e a quello di Benedetta. Di cosa parlo? Parlo di dolcetti fatti con tutto l'amore che abbiamo in corpo - per noi stessi e per le persone a cui li destineremo - nonché di dolcetti creati con la cioccolata che mi è stata regalata a Pasqua. Ingentiliamo quindi il riciclo e proviamo a farne un'arte, o meglio, una ars amandi, che ne dite?! 

Difficoltà: facile
Cottura: 15 minuti circa (per far sciogliere il cioccolato)
Preparazione: 30 minuti + 20(riposo in freezer) + 2 ore (riposo in frigo)
Costo: medio

Ingredienti: (15/20 bon bons)
Colomba flamigni 200 g
Nutella 2 cucchiai 
Cioccolato al latte 200 g
Codette al cioccolato
Palline colorate
1 cucchiaio di zucchero a velo
2 cucchiai di acqua
1 spolverata di peperoncino
2 prese di cannella


Preparazione:

Ho iniziato sbriciolando la colomba alla quale ho aggiunto due cucchiai stracolmi di nutella e ho fatto delle palline leggermente più piccole di una noce che ho adagiato su una teglia ricoperta di carta da forno e ho messo in freezer per 20 minuti. 

Nel frattempo ho fatto sciogliere i pezzetti di cioccolato a bagnomaria.

Quando la cioccolata era quasi sciolta, in un altro pentolino ho versato 2 cucchiai di acqua e un cucchiaio di zucchero a velo, mescolando continuamente fino a portare l'acqua a ebollizione. Ho atteso che il cioccolato fosse ben sciolto e ho unito lentamente l'acqua zuccherata, continuando a mescolare fino a farla amalgamare al cioccolato. 

Ho tolto le mie palline dal freezer e, aiutandomi con uno stuzzicadenti, una per volte le ho immerse nella cioccolata e subito dopo nella granella che avevo scelto per la copertura. 

Le ho adagiate su carta forno e conservate in frigo. 

Il giorno dopo (li ho fatti di sera!) o dopo poche ore potete disporli all'interno dei pirottini oppure infilzarli con degli stuzzicadenti a mo' di lecca lecca! 

Saranno una gioia per grandi e piccini, sono allegri e tanto golosi e vanno benissimo per le festicciole o semplicemente come stuzzichino per accompagnare il caffè. 







Con questa ricetta partecipo al Contest di Scamorze ai Fornelli 






&







al contest di Benedetta La vita segreta delle torte 

giovedì 26 aprile 2012

Tiramisù alla frutta con base di colomba: ovvero la storia di un riciclo regale! ! - ricetta con latticini


Cari amici, 
oggi posto il dessert che ho preparato ieri a pranzo, di sicuro tornerà utile a molti specie dopo le feste!
E' una sorta di tiramisù o dolce al mascarpone, ha pochi ingredienti che sono sicura si trovano nelle dispense di tutti voi e si prepara in tempo zero. Vi assicuro che farete un figurone perchè è davvero golosissimo! Io ho usato la colomba all'arancia candita e cioccolato che mi era stata gentilmente inviata dall'azienda Flamigni, morbidissima e gustosa da consumare a fine pasto e una vera delizia se accostata al mascarpone o altri tipi di creme. Quanto alla frutta, la mia scelta è caduta su fragole e pere ma vanno bene anche le banane o i frutti di bosco o la frutta che più vi piace! Non dovete far altro che assecondare i vostri gusti e la vostra fantasia!
Segue la ricetta:
Difficoltà: facile
Cottura: 10 minuti circa
Preparazione: 30 minuti
Costo: medio

Ingredienti:
250 g di mascarpone sterilgarda
2 uova
40 g di zucchero a velo
35 g di burro
2 cucchiai di zucchero di canna
Colomba Flamigni (ho usato 1/3 di colomba)
1 vaschetta di fragole
2 pere succose 
Preparazione:
Ho montato le uova con lo zucchero a velo e poi ho unito il mascarpone fino a ottenere una crema omogenea e ho messo in frigo.
Nel frattempo, ho sbucciato la frutta e l'ho tagliata a pezzettini, quindi l'ho fatta cuocere in una padella antiaderente col burro e lo zucchero di canna fin quando il burro è stato completamente assorbito dalla frutta.
Ho tagliato la colomba a fettine adagiandole alla base della mia pirofila e coperto con la frutta e poi la crema al mascarpone. Ho riempito lo stampo alternando, come descritto, le fettine di colomba Flamigni con la frutta e la crema.
Ho decorato con alcune fettine di pera disposte a raggiera, ho coperto con la pellicola e ho fatto riposare in frigo (per almeno 2 ore).
NB: qualora le vostre pere siano un pò dure, potete provare a lessarle per circa 10 minuti e poi fare la normale cottura col burro. 
Quella che vedete qui sotto è l'unica fetta superstite. Onestamente ero molto scettica e al momento di  servire, ho fatto fette piccolissime poiché temevo che il tiramisù fosse eccessivamente dolce. Invece tutti hanno chiesto il bis!

Con questa ricetta partecipo al contest di Benedetta Dimmi che mi vuoi bene del blog La vita segreta delle torte

&


al contest di Isabella La fragola vien mangiando del blog L'amore in cucina 

Spaghetti in salsa di asparagi


Difficoltà: media
Cottura: 25 minuti + 12 min. per la pasta 
Preparazione: 20 minuti
Costo: basso 

Ingredienti: (per 4)
500 g di asparagi (al netto)
250 ml di panna da cucina
150 g di prosciutto cotto in una sola fetta
50 g di burro
400 g di spaghetti spaghettoro, la linea trafilata in oro del Pastificio Verrigni 
parmigiano reggiano grattugiato qb
sale qb
pepe qb



Preparazione
Ho pulito gli asparagi eliminando la parte dura e, non appena l'acqua leggermente salata ha preso a bollire,  li ho messi in una pentola capiente, facendoli sbollentare per circa 5 minuti. 

Ho scolato gli asparagi, ho tagliato le punte e le ho messe da parte, il resto l'ho passato al minipimer con la panna. Pertanto ho raccolto la crema ottenuta in una ciotola e l'ho messa da parte.

Dopo aver tagliato il prosciutto a dadini, ho fatto sciogliere il burro in un tegame, ho unito le punte degli asparagi e il prosciutto, lasciando insaporire il tutto per un paio di minuti e mescolando.

Ho aggiunto la crema di asparagi al burro, ho aggiustato di sale e pepe e ho lasciato cuocere per pochi minuti a fuoco basso.

Gli spaghettoro 

mercoledì 25 aprile 2012

Insalata di pollo in salsa di senape - ricetta con latticini-

Cari amici,
come state?! Io mi riprendo dal gran da fare di oggi, tra cucina, pulizie e il resto.
Noi abbiamo trascorso il ponte del 25 aprile a casa a cucinare per i miei suoceri che avevo invitato a pranzo.
Quello che vi propongo oggi è un secondo che faccio spesso d'estate e che è sempre piaciuto a tutti!
Inoltre, a parer mio, potreste servire quest'insalata durante un aperitivo (riducendone le porzioni) o tranquillamente come piatto unico, dato che sono presenti verdure, latticini e carne!

Difficoltà: facile
Cottura: 5 minuti
Preparazione: 50 minuti + il riposo in frigo (almeno un'ora)
Costo: medio

Ingredienti: (per 4 persone)
1 Peperone rosso
2 carote
1 cetriolo
6 fettine di petto di pollo
1 fetta di Lerdammer 
100 g di olive verdi denocciolate
2 cucchiai di senape
6 cucchiai di maionese
2 cucchiai di olio
sale qb
pepe qb

Ho iniziato grigliando le fette di pollo per un paio di minuti, facendole cuocere ma lasciandole fondamentalmente bianche per evitare che la carne si seccasse eccessivamente. 
Ho tagliato a listarelle le verdure e il formaggio e le olive in quattro parti. 
In un'altra ciotola ho preparato la salsina composta da sei cucchiai di maionese, due cucchiai di senape e due cucchiai di olio. Ho aggiustato di sale e pepe e ho mescolato fino a farla amalgamare. 
Nel frattempo, il pollo si era raffreddato ed era quindi arrivato il momento di tagliarlo a listarelle. L'ho unito alle verdure e vi ho versato la salsa mescolando con un cucchiai di legno. 
Ho coperto con della pellicola e ho messo in frigo.

Pregi di questo piatto:

  • è fresco
  • estivo
  • ottimo per una gita fuori porta
  • si prepara in anticipo (l'ho preparato ieri sera dopo cena e l'ho servito oggi a pranzo) 
  • si mantiene bene in frigo per 24 ore
  • Non finivo più di tagliare a listarelle il tutto! ;) Quindi mettetevi comode e scegliete un buon cd come sottofondo!

Difetti:

Con questa ricetta partecipo al contest di Simo del blog Pensieri e pasticci in collaborazione con Enjoy nella categoria freschi. 

Con questa ricetta partecipo inoltre al Contest Che cosa ti preparo per secondo di Le Padelle Fan Fracasso

e al contest di Alessandra del blog Delizie da mille e una notte 

lunedì 23 aprile 2012

PREMIO&PREMIO

.. & tre ringraziamenti .. 
Mi chiedo cosa sia successo in questi ultimi giorni! E forse inizio anche a preoccuparmi.
Stanotte mio figlio ha dormito nella sua culla e io e l'assaggiatore comodamente spaparanzati nel nostro letto che purtroppo sta diventando sempre più spesso dominio del nano. Stamattina è stato buonissimo, non ha combinato disastri per casa.
Tornando ai premi che mi sono stati assegnati, ringrazio innanzitutto le amiche che con grande generosità me li hanno donati:


 Il primo in ordine di arrivo, ovvero il Liebster blog (ovvero il blog preferito) me lo manda la bravissima Maria Grazia del blog UN TAVOLO PER QUATTRO



e il secondo, ovvero il Portafortuna, arriva da Licia del blog FRAGOLE E PANNA.
Stavo per pubblicare il post, quando ecco arrivare un altro messaggino da parte di Rachele del blog IL RICETTARIO DI RACHELE.  Che dire?! Sono davvero senza parole. E' bellissimo tutto questo. Un premio è un regalo, un regalo è un pensiero, un pensiero da grande gioia a chi lo fa e a chi lo riceve.


Le mie amiche non me ne vorranno se uso un unico post per girare i due premi.


Partendo dal Liebster blog award, ecco le regole per donare il premio ad altri blog.
1. Nominare chi assegna il premio
2. Mettere il premio nel proprio blog
3. Donarlo a 5 blog cari con meno di 200 followers
4. Avvisare i destinatari dei premi con un messaggio sul blog
Ringrazio dunque Maria Grazia del blog UN TAVOLO PER QUATTRO per aver deciso di assegnarlo a me e passo a nominare i 5 blog a me cari che hanno il requisito richiesto:


Quanto invece al PREMIO BLOG PORTAFORTUNA, come diceva Machiavelli un principe per esser un buon governante deve possedere VIRTU' E FORTUNA. Io principessissima di casa mia, quanto alla virtù, spero che - prima o poi - venga fuori, riguardo invece la fortuna, confido nella grossa mano datami da  Lucia e Rachele con questo premio!!! ;)

Veniamo alle regole di questo premio: occorre elencare 3 cibi preferiti e girarlo a 10 blogger.

Quanto ai miei cibi preferiti, è davvero difficile ma credo di poter dire con certezza che non so rinunciare alla pizza, a un dolcetto al cioccolato e alla zucca, cucinata in tutti i modi possibili.

Credo che questo magnifico premio spetti a tutti, tutti noi dovremmo ogni tanto beneficiare di un pò di fortuna, in cucina, al lavoro e in ogni sfaccettatura della nostra vita, pertanto lo giro virtualmente a tutti voi! 

Collaborazione con l'azienda Verrigni


Cari amici,
oggi ho il piacere di presentarvi la nuova collaborazione con l'azienda Verrigni.
Questo rinomato pastificio abruzzese affonda le sue radici nel lontano 1898 e la sua pasta, già allora, era la prediletta da parte delle nobili famiglie di Rosburgo.
Si tratta di una pasta di qualità superiore ottenuta dalla macinatura dei grani con macine a pietra ed essiccata a basse temperature consentendo pertanto di preservare i naturali processi di microfermentazione che danno alla pasta quel gusto e caratteristico sapore della pasta di una volta.
Non da ultimo, occorre ricordare che l'azienda Verrigni, rientra nella rosa delle migliori paste italiane!

Bene, detto questo, passiamo al ricco pacco ricevuto un pò di tempo fa. 
Da cosa parto?! Beh dal momento in cui mi arriva il pacco contenente in un tripudio di colori, pasta di vari formati e, sorpresone, anche due messaggi scritti a mano. 

Se date un'occhiata al sito, oltre a trovare la gamma completa della produzione, leggere le indicazioni relative alla qualità, la rassegna stampa e immagini relative agli eventi che coinvolgono il pastificio, scoprirete una pasta davvero bella esteticamente (ci sono formati che non avevo mai visto prima!) come quello qui sotto che appartiene alla linea di pasta trafilata in oro.

o come quello qui accanto!

Per il momento  ringrazio l'antico pastificio rosetano e torno presto con un primo creato ad hoc!

Una fetta di colomba Flamigni (non solo a Pasqua!))

Ingredienti:
Colomba FLAMIGNI al cioccolato e arancia candita
Un pò di fantasia

A Pasqua, la colomba all'arancia candita è stato un successone con i miei parenti che l'hanno praticamente divorata!
Questa bontà invece era rimasta chiusa nel suo bel pacchetto! O meglio, lo era, fino a poco fa ..
Ve ne offro una fetta, vi auguro una buona cena e vado a preparare la mia!

domenica 22 aprile 2012

Mini piada dell'estate (ovvero versione estiva dello svuotafrigo!)

Che vi avevo detto?! E' tornata la primavera e oggi noi la festeggiamo con questa insalatona colorata adagiata su una mini piada!


Difficoltà: facile
Cottura:(3 minuti per scaldare le piade)
Preparazione: 10 minuti
Costo: basso 

Ingredienti: (per 2 persone)
2 piadine (io ho usato quelle piccole)
300 g di pomodorini datterini 
1 scatola di mais 
1/2 peperone verde
1 finocchio
maionese kraft qb
sale qb
origano qb

Cari amici, finalmente è tornato il sole che riscalda e ho riaperto i balconi e le finestre! 
In questa domenica di primavera, dopo un giretto in paese per dare un'occhiata alla mostra di auto d'epoca, siamo tornati a casa e ci siamo dedicati a piccole cosucce. 
Avendo rifiutato gli inviti di suocera e mamma, e non avendo voglia di mettermi ai fornelli, abbiamo optato per qualcosa di fresco e veloce ed ecco che fa la sua comparsa la versione estiva delle ricette svuotafrigo! Onestamente, non pensavo nemmeno di postare questo nostro pasto frugale, ma oltre ad essere molto buona, c'erano colori troppo belli e alla fine ho preso la macchina fotografica! 

C'è poco da dire sulla preparazione. 
Vi basterà sapere che dopo aver tagliato a pezzettini le verdure (eccetto il pomodorino), le ho versate in una bella pirofila di vetro, ho aggiunto gli aromi e ho fatto scaldare le piade in padella. A questo punto, ho spalmato sulle piade un pò di maionese e le ho riempite con la mia insalata! 







venerdì 20 aprile 2012

Tortino di zucca

Pochi giorni fa postavo l'insalatina primaverile, oggi spunta la zucca .. penserete che sono impazzita .. beh .. that's me!!! ;)
Confesso che dovevo necessariamente usare la zucca prima che andasse a male e confesso inoltre che il pensiero di doverla spaccare e tagliare e pulire, mi ha fatto rimandare più e più volte questa ricetta. Non c'è nulla di nuovo nè di particolarmente creativo, è solo uno dei tanti modi di cucinare l'invernalissima zucca. 
Difficoltà: facile
Cottura: 40minuti
Preparazione: 40 minuti
Costo: basso 

Ingredienti
500 g di zucca
2 patate
200 g di ricotta vaccina
50 g di pancetta dolce 
1/2 cipolla bianca
parmigiano grattugiato qb (1 cucchiaio per strato)
pangrattato qb 
rosmarino qb
pepe nero qb
sale qb
olio qb
Preparazione:
Ho tagliato le verdure a fettine sottilissime, le ho salate e pepate.
Ho rivestito lo stampo con la carta da forno e ho sovrapposto le verdure creando più strati. Ho iniziato con un primo strato di patate, seguito dalla zucca e dalla cipolla. 
Tra uno strato e l'altro, ho aggiunto tocchetti di ricotta qua e là, pangrattato, parmigiano e un pò di rosmarino. In tutto mi sono venuti fuori 5 strati di verdure.
Per far felice l'assaggiatore, che non va matto per la zucca, (troppo light per i suoi gusti!) ho sparso cubetti di pancetta qua e là. E che volete farci, dobbiamo accontentare anche loro, ogni tanto, no?! 

Ho messo in forno preriscaldato e ho fatto cuocere per 40 minuti a 200 gradi.
Provatela: è buonissima! L'assaggiatore ha detto sì e se lo dice lui che non apprezza particolarmente la zucca, dovete fidarvi!!! Inoltre ne ho fatto una piccina senza pancetta nè latticini per il mio cuccioletto e anche lui ha gradito. Aveva il faccino pieno di patate miste a pangrattato, che ridere.  Inoltre, prima di ridarmi il piattino vuoto,  lo ha anche leccato in lungo e in largo!
Quanto alle foto, ehm, in realtà forse sarebbe stato meglio non metterle ..
Buon w-end a tutti!
Serena

martedì 17 aprile 2012

Mousse light di fragole (senza panna) con ricotta vaccina - ricetta con latticini

Cari amici, sono reduce da una giornata davvero devastante a scuola.
Ad ogni modo, in macchina, sulla via del ritorno, tentando di godermi il relax della radio e la velocità della mia auto (sì, lo so, dovrei andar piano!) pensavo a questa mia avventura del blog e a cosa proporre per i prossimi contest a cui spero di poter partecipare.
Arrivata a casa, dopo aver messo a letto il mio cucciolo, ho mangiato un panino veloce e contemporaneamente ho aperto il mio laptop per controllare il mio blog e leggere le ultime ricette da voi inserite.
Sulla scia del w-end, ho pensato a questa mousse, sperando di bissare il successo avuto con quella al caffè e, dato che il formaggio in casa non manca mai, vi presento la mia mousse alle fragole. Davvero facile e veloce da realizzare e nemmeno troppo grassa.

Difficoltà: facile
Cottura: nessuna
Preparazione: 15 minuti
Costo: basso 

Ingredienti:  (per 5 porzioni)
3 fragole grandi e mature
200 g di ricotta vaccina
1 cucchiaio di philadelphia light
1 cucchiaio di zucchero semolato


In una terrina, ho schiacciato la ricotta con la forchetta, vi ho aggiunto la philadelphia e lo zucchero, ho unito le fragole e ho mescolato bene gli ingredienti. 
Ho lavorato il composto con il minipimer per un paio di minuti fino a farlo diventare cremoso e uniforme. 
Ho adagiato la mousse nelle coppette e ho decorato con le fragole. 

Vedete?! Si fa in un attimo, è di una banalità assoluta e il gusto - per gli amanti delle fragole - è sublime! 
Vorrei però fare una piccola postilla riguardo allo zucchero che ho messo e alla quantità di fragole. Quanto allo zucchero, ne ho messo soltanto un cucchiaio per addolcire la ricotta, e non ne ho aggiunto altro alle fragole perché erano già dolcissime, quindi assaggiate la mousse e regolatevi secondo il vostro gusto.
Con questo dolcetto semplicissimo partecipo al contest di Daniela del blog Cucina libri & gatti 


Partecipo inoltre al contest promosso da Isabella del blog L'amore in cucina 

Bauletti di zucca - ricetta con latticini


Difficoltà: Semplice
Cottura: 30 minuti
Preparazione: 10 minuti
Costo: basso (circa 5 euro)

Ingredienti (2 involtini ciascuno, per 2 persone)
4 fettine di vitello magro
Crema di zucca
50 g di philadelphia light
olio qb
sale qb
peperoncino qb


Cari amici,
ripubblico questo post perchè con questa ricetta ho il piacere di partecipare al contest di Le padelle fan fracasso. Sebbene il post non sia vecchissimo, ripubblicarlo è quantomeno corretto e carino!
E poi, col freddo che fa, (sigh) continua a essere un ottimo secondo!
Ecco il post:

ecco una cenetta davvero prelibata, poco primaverile senz'altro, ma ancora valida dato che qui la sera fa ancora freddo. Gli amanti della zucca - e tra questi ovviamente mi piazzo in prima fila - ne saranno più che golosi! Ne ho preparati due ciascuno, servendoli come vedete in foto con un contorno di crema di zucca abbinato al pane col sesamo oppure, se li avete, dei grissini!
E ovviamente un buon vino rosso corposo, tra i miei preferiti c'è il Sirah della cantina Settesoli, (intorno ai 3 euro a bottiglia) che credo ormai esporti in tutta Italia. 

Ad ogni modo, ecco la preparazione .. 
Ho iniziato dedicandomi alla preparazione della crema di zucca che trovate qui . (Ovviamente fate attenzione alle quantità, 200 g di zucca, una patata e 1/4 di cipolla bianca bastano per questa ricetta). Considerate infatti che ve ne servirà davvero poca! 

Oppure, se volete, potete fare la quantità indicata nella mia ricetta, usare quel che vi serve e congelare la restante parte per un piatto di pasta veloce ma gustoso o da usare per un invito a pranzo inatteso. 
Grazie a una porzione di zuppa di zucca avanzata e messa in congelatore ho realizzato delle linguine appetitosissime quando un amica si è fermata da me a pranzo senza preavviso. Considerate che non è sempre possibile uscire per fare la spesa, quantomeno per me e per chi ha babies razzolanti per casa!
Comunque, in un'altra occasione, vi posterò le linguine con crema di zucca. Torniamo a noi!

Dopo aver fatto raffreddare un pò la zucca, ho battuto la carne e vi ho steso sopra un velo di crema di zucca, ho aggiunto dei tocchetti di philadelphia light sparsi qua e là, ho salato e pepato e, servendomi di uno spago da cucina ho arrotolato la carne e l'ho chiusa a bauletto! 

Ho messo in forno già caldo e ho fatto cuocere a 220 gradi per circa 30 minuti. 

Se non li conoscete già, provateli! Sono davvero prelibati.

Un abbraccio e buona notte!
serena 

Con questa ricetta partecipo al contest di Le padelle fan fracasso 

lunedì 16 aprile 2012

Involtini al prosciutto - ricetta con latticini


Salve a tutti, dato che è tornato il freddo, e dato che possiamo farci ben poco, (sicilia nebbia agli irti colli temperatura sui 10 gradi) stasera ho deciso di consolarmi con un bel piatto invernale e ho preparato degli involtini semplicissimi che fanno tanto inverno. Sì, lo so che li conoscete ma ve li offro ugualmente perchè sono sempre buoni e veloci da preparare.

Difficoltà: Semplice
Cottura: 30 minuti
Preparazione: 10 minuti
Costo: basso (circa 5 euro)

Ingredienti (2 involtini ciascuno, per 2 persone)
4 fettine di vitello magro
4 fettine di prosciutto cotto
50 g di philadelphia light
olio qb
sale qb
peperoncino qb

Ho battuto la carne e vi ho steso sopra un velo di philadelphia (o altro formaggio cremoso) e su di essa ho adagiato una fettina di prosciutto. Ho salato e pepato e, servendomi di uno spago da cucina ho arrotolato la carne e l'ho chiusa! 

Ho messo in forno già caldo e ho fatto cuocere a 220 gradi per circa 30 minuti. 


sabato 14 aprile 2012

Mousse al caffè e amaretti (senza latte)


Crumble di mele

E' un piacere dire che devo l'ispirazione di questo golosissimo dolcino alla mia amica Nada, infatti fatta eccezione per qualche piccola modifica, ho seguito le sue indicazioni!
Vi confesso che, malgrado la semplicità di esecuzione, questo crumble mi ha stupito perchè è davvero buonissimo. Lo sto mangiucchiando proprio mentre scrivo il post e sono in estati. La farina di amaretti unita all'essenza di amaretto di Saronno, la cannella e le mele caramellate fusi assieme sono una vera goduria. Mangiatelo bel caldo, (il mio è praticamente appena sfornato) ed è più di una coccola per il palato. 

Passo subito alla ricetta così evito deliri di sorta!

Difficoltà: Media
Cottura: 30 minuti
Preparazione: 30 minuti
Costo: basso 

Ingredienti: (per due porzioni)
200 g di Manitoba del Molino Chiavazza
50 g di farina di amaretti (amaretti sbriciolati)
3 mele golden
100 g di zucchero di canna
1 cucchiaio di zucchero semolato
150 g di margarina vegetale VALLE'
1 cucchiaio di cannella
1/2 cucchiaio di Maizena
2 cucchiai di zucchero (per caramellare)
1 cucchiaio di Amaretto di Saronno
Preparazione:
Ho iniziato assemblando la farina con lo zucchero e la margarina tagliata a tocchetti (appena tirata fuori dal frigo)  ho mescolato gli ingredienti con le dita creando una pasta granulosa, ho messo in frigo e lasciato riposare per una decina di minuti.
Ho tagliato le mele a pezzetti, le ho versate in una padella aggiungendo un pò d'acqua e due cucchiai di zucchero e le ho fatte cuocere fin quando sono diventate tenere, a questo punto ho aggiunto un cucchiaio di Amaretto di Saronno, ho lasciato che le mele lo assorbissero e infine ho unito la cannella e  poi mezzo cucchiaio di amido per far legare meglio le mele. Ho spento il gas, versato il cucchiaio di zucchero semolato e ho conservato in frigo.
A questo punto ho imburrato le teglie, vi ho versato le mele e ho coperto con il crumble.
Ho messo in forno preriscaldato e ho lasciato cuocere per 20 minuti a 180 gradi, fin quando cioè il crumble ha preso colore. 





Con questa ricetta partecipo in extremis al contest di Stefania del blog nuvoledifarina